giovedì 1 ottobre 2009

Giordano Bruno

Il libro di Copernico è descrizione vera o ipotesi matematica?
Giordano Bruno, nolano, prende come descrizione vera la teoria copernicana.
La teoria Aristotelica pone l’universo finito, Bruno pensa che ciò sia impossibile, l’universo secondo lui è infinito. Inoltre, siccome l’infinito è uno solo e l’universo è infinito, Dio è l’universo.

Bruno era un panteista (panteismo = il tutto è Dio, Dio coincide con la totalità del reale). Per le sue idee contrastanti dovette abbandonare la chiesa.
Non era malvisto da questa solo per le sue credenze nella teoria copernicana, ma soprattutto perché scrive i suoi trattati in volgare cosicché tutti lo possano capire.

“Lo spaccio della bestia trionfante” Libro che lo porterà a morire.

“De l’Infinito Universo e Mondi” Bruno è il primo a pensare all’universo infinito e a pensare che ci siano altri pianeti, magari abitati come la Terra.

È in pericolo però per aver sostenuto il movimento della terra. Finisce male perché tra i territori che gli sembravano sicuri c’è la Repubblica di Venezia (che nel ‘500 aveva avuto con la chiesa la questione dell’interdetto). Bruno però non calcola che Venezia non avrebbe avuto alcun problema a far estradare un non cittadino.
Giordano Bruno si trasferisce a Venezia accettando l’ospitalità di Mocenigo, che in cambio, gli chiede lezioni di mnemotecnica (a Bruno bastasse leggere per imparare).
Mocenigo, anche se Bruno ci mette tutta la buona volontà, non riesce a fare progressi, probabilmente perché tipo distratto e senza predisposizioni naturali alla mnemotecnica.
Bruno dunque fallisce nel suo insegnamento e Mocenigo si sente truffato. Decide allora di vendicarsi e lo denuncia all’inquisizione per le sue idee.

Bruno viene processato e gli viene offerto un patteggiamento, sconterà una pena minima se decide di abiurare.

Nel Febbraio del 1600 Bruno viene messo al rogo a Roma. Il rogo di Giordano Bruno ha pesato sulle discussioni filosofiche e scientifiche del nostro Paese. Per tutto il secolo successivo i filosofi avranno sempre paura di finire sul rogo per le loro idee.

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento